Ottimizzazione aziendale

Come portare avanti crescita e digitalizzazione allo stesso tempo?

Soprattutto in tempi di rapido progresso tecnologico, cresce l’esigenza delle aziende di incrementare la produttività e accelerare l’automatizzazione delle procedure. In poche parole, la trasformazione digitale necessita di investimenti. Ma come si fa a crescere e allo stesso tempo portare avanti la digitalizzazione? Saremo lieti di assistervi in questa missione.

Mann sitzt an Arbeitsplatz über Dokumenten

Buono a sapersi

Crescita grazie all’efficienza

L’impiego efficiente delle risorse è essenziale per la competitività delle aziende, poiché la riduzione dei costi si riflette direttamente sulla redditività. L’analisi della situazione attuale è il primo passo verso il miglioramento dell’efficienza, della produttività e della redditività. Tuttavia, l’attuazione di misure volte ad aumentare l’efficienza non basta per sfruttare al massimo il potenziale di miglioramento. Nell’era dell’Industria 4.0 e dell’Internet of Things (IoT), i dati sono diventati l’oro del XXI secolo e questo vale ancora di più per i processi industriali. 

Digitalizzazione della produzione

Produzione interconnessa: inizialmente considerata un hype, è finita per diventare un must per la competitività e la strategia aziendale. Sempre più aziende la considerano una grande opportunità per incrementare la redditività. In tale contesto, aspetti come «automazione» e «interconnessione» costituiscono una priorità. Presto anche la vostra produzione potrebbe essere legata alla più moderna e innovativa tecnologia dell’informazione e della comunicazione, consentendo così alla produzione, alla vendita, allo sviluppo e ad altri sistemi di confluire in modo rapido ed efficiente in una rete digitalizzata. La quarta rivoluzione industriale offre quindi grandi opportunità per tutta l’economia elvetica. Perché se gli stabilimenti produttivi svizzeri sono efficienti, le imprese nazionali sono più competitive anche a livello globale. Questo fenomeno può sfociare in un processo di re-industrializzazione nazionale, ovvero promuovere la piazza di produzione svizzera, e in nuovi modelli professionali decentrati con condizioni di lavoro migliori.

Quali ostacoli possono presentarsi?

Gli investimenti elevati necessari per l’implementazione pongono un grosso freno alla realizzazione dell’Industria 4.0. Se mancano i mezzi propri, bisogna pensare a una possibilità di finanziamento adeguata. 
 

Altri possibili ostacoli sono:

  • Carenza di personale
  • Scarso know-how tecnologico e metodologico
  • Calcolo incerto della redditività
  • Obiettivi non ben definiti in relazione all’Industria 4.0
  • Scarsa propensione dei clienti a concedere i propri dati per il collegamento in rete
  • Assenza di pensiero progettuale
  • Scarsa comprensione dei collaboratori
Mann schreibt auf Post-It-Zettel auf einer Glasscheibe

A cos’altro occorre prestare attenzione:

È dimostrato che anche il leasing di beni d’investimento può contribuire ad aumentare il valore aggiunto e le capacità grazie alla sua idea di fondo che predilige l’utilizzo all’acquisto e che rappresenta la soluzione di finanziamento ideale proprio per l’Industria 4.0. Le rate possono infatti essere pagate a valere sul fatturato realizzato, in modo da preservare le disponibilità liquide all’insegna del «pay as you earn». Grazie a questo principio, il leasing di beni d’investimento salvaguarda anche il capitale proprio e i limiti di credito esistenti non vengono sforati. Questa soluzione consente anche di pianificare meglio il budget, ottimizzare la struttura di capitale, ridurre i costi di finanziamento e semplificare il cash management. Non da ultimo, grazie al leasing è possibile effettuare investimenti anche nella fase di crescita.

Il leasing di beni d’investimento è una soluzione di finanziamento interessante proprio nelle fasi di espansione perché l’oggetto del leasing è posto a garanzia e rende possibile una concessione di credito più generosa. Questo influisce positivamente anche sul prezzo: gli interessi di leasing sono in genere inferiori rispetto agli interessi su un prestito. Ma oltre a questi vantaggi ben noti, il leasing crea anche un margine finanziario per l’attività di ricerca e sviluppo, promuovendo così l’agilità di un’azienda. Le aziende possono reagire più rapidamente ai cicli di innovazione e restare così sempre al passo con il progresso tecnologico.

Che vogliate investire in nuovi macchinari e impianti di produzione, stipulare un leasing di beni d’investimento o mirare alla trasformazione digitale, vi aiuteremo a trovare la soluzione di finanziamento più adatta. Verifichiamo la vostra pianificazione aziendale e finanziaria ed elaboriamo una struttura di finanziamento su misura. Vi mettiamo anche in contatto con esperti, investitori e finanziatori. La nostra esperienza con progetti infrastrutturali ci consente di affiancarvi in veste di sparring partner competente.

Hände mit Stift über einem Notizbuch

Contatto e supporto

Domande sull’offerta?

Potrebbe interessarvi anche

Limite in conto corrente

Con un limite in conto corrente ampliate il vostro margine di manovra finanziario. Utilizzate il limite in modo flessibile, per un periodo transitorio oppure in modo duraturo.

  • Principio di causalità
  • Il tasso d’interesse può scendere
  • Opzione di cambio flessibile
Richiedi un limite

Leasing di beni d’investimento

Salvaguardate la liquidità della vostra azienda e optate per un leasing di beni d’investimento della Banca Migros. Grazie ai canoni di leasing convenuti individualmente, potete sintonizzare costi e ricavi in maniera ottimale.

  • Salvaguardia della liquidità
  • Utilizzo delle più recenti tecnologie
  • Finanziamento calibrato in modo ottimale
Richiedi il leasing online

Business Card

La Business Card della Banca Migros – la carta di credito universale per le aziende. Acquisti e viaggi dietro fattura mensile, sempre e ovunque.

  • Accettazione molto ampia
  • Programma bonus in funzione del fatturato annuo
  • Prestazioni assicurative interessanti

100.–

CHF/anno
Per saperne di più

Quota annua Business Card Argento CHF 100, acquisti all’estero 1,50%, prelevamenti di contanti 3,50% (min. CHF 5 Svizzera, min. CHF 10 estero).