Alla scelta della lingua
Al campo di ricerca
Alla navigazione principale
Direttamente al contenuto
A fine pagina

Previdenza per la vecchiaia in Svizzera

Combinate i tre pilastri per la vostra soluzione previdenziale personale

La Svizzera dispone di un’assicurazione per la vecchiaia completa ed efficiente, basata su un modello a tre pilastri. Vi informiamo dettagliatamente sul sistema e vi forniamo consigli per la vostra soluzione previdenziale personale.

Maggiori informazioni sulla previdenza

Contatto

Service Line +41 848 845 453

1º pilastro
Previdenza statale

Il 1º pilastro mira a garantire il sostentamento finanziario dopo il pensionamento. Il 1º pilastro comprende soprattutto l’AVS (assicurazione per la vecchiaia e i superstiti) e la prestazione complementare.

2º pilastro
Previdenza professionale

Il 2º pilastro contribuisce a mantenere il tenore di vita abituale. Gli istituti di previdenza (casse pensioni o fondazioni collettive) gestiscono il patrimonio.

3º pilastro
Previdenza privata

I versamenti nel pilastro 3a vincolato sono interessanti grazie a vantaggi fiscali e opportunità di rendimento. Il pilastro 3b comprende ulteriori costituzioni di capitale libere e a lungo termine.

I tre pilastri della previdenza

Il primo pilastro

Il primo pilastro mira a garantire il sostentamento finanziario dopo il pensionamento. Ha diritto a una rendita AVS chi ha versato i contributi AVS e/o ricevuto gli accrediti per compiti educativi e assistenziali. Se la rendita AVS non è sufficiente, i pensionati di vecchiaia bisognosi hanno diritto alle prestazioni complementari.

Tuttavia, il 1º pilastro spesso non è sufficiente per finanziare una vita da pensionati spensierata, attiva o ad alta intensità di cure.

Il secondo pilastro

Il secondo pilastro contribuisce a mantenere il tenore di vita abituale. Gli istituti di previdenza (come ad esempio casse pensioni o fondazioni collettive) riscuotono i contributi, gestiscono il patrimonio e pagano rendite. Le prestazioni sono riportate nell’attuale certificato di previdenza della cassa pensioni.

L’idea: la pensione, insieme alla rendita AVS, dovrebbe corrispondere all’incirca al 60% dell’ultimo stipendio percepito. Il problema: l’aspettativa di vita aumenta e la performance degli investimenti delle casse pensioni è inferiore alle aspettative. Di conseguenza, le prestazioni continuano a ridursi. Questa contrazione delle prestazioni può essere compensata dal singolo soltanto con accantonamenti supplementari.

Il terzo pilastro

Lo stato incoraggia i versamenti nel pilastro 3a concedendo agevolazioni fiscali e la Banca Migros riconosce un interesse preferenziale. D’altro canto il prelevamento dei capitali di previdenza depositati nel pilastro 3a è vincolato per legge. L’avere previdenziale può essere investito in interessanti fondi strategici classici o sostenibili, in linea con il profilo dell’investitore. Ciò consente di prendere parte agli sviluppi del mercato dei capitali.

Il pilastro 3b comprende ogni ulteriore costituzione di capitale libera e a lungo termine (ad es. conto di risparmio, piano di risparmio in fondi, proprietà d’abitazioni).

Il terzo pilastro serve?

Negli ultimi anni la fiducia nell’AVS e nelle casse pensioni è diminuita. Viene messo in dubbio che il 60% dell’ultimo reddito da lavoro sia sufficiente per mantenere il tenore di vita abituale dopo il pensionamento. Studi dimostrano che per un reddito da lavoro superiore a CHF 85’000 il reddito da pensionati può essere inferiore al 60 percento. Come privati potete colmare queste lacune investendo in prodotti previdenziali (ad es. conto di risparmio previdenziale, fondo previdenziale) o in soluzioni adatte alla previdenza (ad es. proprietà d’abitazioni).

Pianificare la previdenza

A quanto ammonteranno le mie entrate dopo il pensionamento

CHF

Riscatto del 2° pilastro

Qual è il mio risparmio fiscale con un riscatto nella cassa pensioni?

CHF